Al via l’Estate Cosmonautica … grazie al vostro 5×1000!

Grazie al supporto delle/i nostre/i fantastiche/i sostenitrici/ori, con il mese di luglio daremo il via all’Estate Cosmonautica.

Una mattina e un pomeriggio a settimana, a partire dal 5 luglio, in cui socie e soci e volontari(e) apriranno a tutte/i le/i curiose/i e le/i volenterose/i le porte dei due spazi associativi:

  • il lunedì dalle 9:30 alle 12:30, la nuova sede a Spazio 2, in Via XXIV maggio a Piacenza, luogo d’aggregazione gestito da ASP Comune di Piacenza e già circoscrizione comunale n° 2 – con gli annessi Orti Spaziali in cassone;
  • il mercoledì dalle 16:30 alle 19:30, il monumentale orto-frutteto di S. Maria di Campagna in Viale Tramello (Piacenza), incastonato tra la basilica rinascimentale, il convento francescano e le mura farnesiane della città.

L’iniziativa si rivolge in particolare alle/i giovani tra i 15 e i 35 anni e a tutte/i coloro che vogliono avvicinarsi al mondo dell’orticoltura sociale urbana e dell’agroecologia.

Per informazioni o richieste di partecipazione, potete contattarci tramite la nostra pagina Facebook (cosmonauti.aps) o al nostro indirizzo mail (cosmonauti.aps@gmail.com).

Cosa aspettate ad abbracciare anche voi paletta, vanga e innaffiatoio?!

Piccoli avventurieri e volti curiosi: il frutteto è animato!

Si è concluso con successo domenica 20 giugno il terzo appuntamento di ‘Coltivare Tradizioni 2021’, progetto realizzato grazie al sostegno del bando Giovani protagonisti del Comune di Piacenza e della regione Emilia Romagna.

La terza tappa del percorso di quest’anno, ‘Il frutteto animato’, ha visto un gruppo di piccolissime/i, scortate/i dai loro genitori o accompagnatori, avventurarsi alla scoperta degli alberi da frutto antichi del frutteto di S. Maria di campagna, guidate/i dal flauto ammaliatore della psicologa e ortoterapeuta piacentina Ilaria Bertoni.

Nel corso del pomeriggio, le bimbi e i bimbi, tra i 2 e i 7 anni, non soltanto hanno potuto imparare a riconoscere le diverse specie fruttifere – talora con non poca sorpresa: ‘Che cos’è questa?’, ‘Una pesca!’, ‘No, è una mela’, ‘Ma è diversa da quella che comprano mamma e papà!’ -, ma hanno anche provato a immaginare la personalità della pianta che era stata loro assegnata, modellandole un volto con argilla, fiori, frutti, cippato, sfalcio d’erba ecc.

Alcune/i si sono addirittura spinti fino a dare un nome al proprio albero (ed ecco prender vita Giovannino Giovanni, Stella, Giulio, Michele, Simone, Max, Uomino) e a stabilire con lei/lui un dialogo, riportando poi in gran secreto quanto la pianta gli rivelava via via: lupi che di notte attraversano il frutteto alla ricerca di polli da sbranare in un sol boccone, decine di scoiattoli che scorrazzano dappertutto…

Infine, le/i piccole/i esploratrici/ori hanno costruito due amuleti con l’aiuto di legnetti e bastoncini, fili di lana colorati, foglie e fiori: uno da donare all’albero, e uno da portare a casa, in segno di legame elettivo con la propria pianta e con lo spazio del frutteto e come ricordo dell’insolita mezza giornata.

(Chicchiri)CHI? Chi fa per tre, fa 5×1000 coccodé!

Cosmonauti Associazione di Promozione Agricola e Sociale, L’Arco Cooperativa Sociale e Officine Gutenberg. Tre diverse realtà piacentine per la prima volta assieme con un’unica finalità: raccogliere congiuntamente, attraverso le rispettive donazioni del 5×1000, i fondi necessari per la realizzazione di un pollaio all’interno di Spazio 4 in Via A. Manzoni a Piacenza.

Chiunque sogni, come noi, di poter vedere un giorno delle galline ovaiole razzolare negli spazi dell’ex-circoscrizione 4, voglia contribuire alla riuscita di progetti educativi inclusivi secondo i dettami della chicken therapy e dell’ortoterapia naturale, può decidere di devolvere il proprio 5×1000 nella propria dichiarazione dei redditi 2021 a uno dei tre enti promotori della campagna.

Per dare fiducia e sostegno a Cosmonauti APS, basterà indicare nel campo 5×1000 della dichiarazione dei redditi il codice fiscale dell’associazione: 91113330335.

Coccodé: la raccolta del 5×1000 è aperta, aspettando di raccogliere le prime uova!

Grazie 5Xmille in anticipo a tutte/i le/i sostenitrici/ori!

Una foresta bella … da mangiare!

Durante la visita alla Food Forest di Via Picasso a Parma siamo rimasti letteralmente stregati. In un quartiere residenziale alla periferia del capoluogo emiliano, l’associazione Parma Sostenibile con il progetto Fruttorti ha dato vita a uno di quei luoghi che ha lo stesso potere incantatore della casa della strega di Hansel e Gretel, per lo meno per chi, come i Cosmonauti, cerca luoghi di condivisione improntati all’agroecologia, dove l’uomo possa muoversi con cautela, nel rispetto dell’ambiente, della natura, dei suoi spazi e dei suoi tempi.

è da questa trasferta parmense che è nata la collaborazione tra Cosmonauti APS e Fruttorti di Parma, che si è concretizzata in quella che ha tutta l’aria di essere la prima di una serie di collaborazioni transfrontaliere nei territori dell’ex-ducato.

‘Alla scoperta della food forest’, evento che si è tenuto domenica 30 maggio 2021 all’interno del ciclo Coltivare tradizioni 2021 grazie al sostegno del Comune di Piacenza (bando Giovani Protagonisti) e della Regione Emilia Romagna, ha visto la venuta di Eric Franc, in rappresentanza di Fruttorti e di Parma Sostenibile, nello spazio cosmonautico per eccellenza: il frutteto di S. Maria di Campagna.

Motivo della sua gita piacentina? In un primo momento di riflessione teorica, raccontare l’esperienza della foresta commestibile di Via Picasso a Parma e presentare il modello colturale della food forest e il suo portato in termini di sostenibilità ambientale e agricola. In un secondo tempo, invece, sporcarsi le mani con la terra, trapiantando varie piante erbacee, arbusti e alberi da fusto, per la gran parte eduli, con l’obiettivo di ricreare i vari livelli di vegetazione di un ‘bosco immaturo’ e dare così avvio a un angolo di bosco-giardino (altra traduzione italica dell’inglese food forest) tra i filari del frutteto francescano.

Grazie alla collaborazione della decina di volenterosi/e partecipanti al laboratorio, ecco il risultato:

Grazie quindi a Eric e a Parma Sostenibile/progetto Fruttorti per il gran lavoro fatto e a presto per la prossima occasione di scambio e incontro!

Un fine settimana tra ronzii di insetti, erbe eduli selvatiche e fioriture più tempestive che mai

Un weekend denso e ricco, quello a ridosso del 25 aprile 2021, per Cosmonauti Aps, cominciato con la formazione per le.i maestre.i e i genitori delle.i bambine.i della scuola primaria di Mucinasso. L’obiettivo: la creazione di un giardino didattico che accolga insetti e farfalle a profusione!

Un fine settimana proseguito con il bellissimo corso di riconoscimento delle erbe spontanee commestibili, a cui avete partecipato numerosissime.i, guidate.i da Simonetta della fattoria social Erbucchio, che ci ha fatto esplorare ancora una volta con occhi nuovi il nostro amato orto-frutteto di Santa Maria di Campagna.

E che, infine, proprio in occasione di domenica 25 aprile, 76° anniversario della Liberazione, ci ha donato la fioritura di un papavero rosso: un promemoria di come si debba essere resistenti ogni giorno…e oggi più che mai!

Nuova sede: atterraggio!

Sabato 10 aprile 2021 – 14:30:00 GMT +2: i Cosmonauti atterrano nella nuova sede all’interno dell’ex circoscrizione 2 (già Spazio 2) di via XXIV maggio a Piacenza (45°03’07.9″N 9°40’39.4″E).

Accantonate zappe, vanghe e picchetti – ma solo per un pomeriggio con forte rischio di precipitazioni – e imbracciati rastrelli, aspirapolvere e avvitatori, abbiamo iniziato il riassetto dello spazio che accoglierà le prossime riunioni dell’associazione e in cui verranno progettate le future missioni ‘cosmonautiche’.

Oltre alla sede ‘al coperto’, sempre nell’area dell’ex circoscoscrizione 2 ora gestita da ASP Piacenza, erediteremo anche gli ‘Orti spaziali’, degli orti in cassone dove portare avanti nuove attività di divulgazione agroecologica e di socializzazione tramite l’agricoltura sociale e naturale!

Al nostro fianco nelle delicate operazioni di atterraggio, le.i valorose.i partecipanti del corso ‘Officina di mediattivismo ambientale’, promosso dall’Ufficio Politiche Giovanili del Comune di Piacenza, con il sostegno della Regione Emilia Romagna, e organizzato da Fondazione Acra di Milano in collaborazione con Officine Gutenberg, Zalab e PiacenzaSera (per maggiori informazioni, non perdetevi il loro blog Ecopiace!).

A scuola … di agroecologia!

Fischio di partenza per il laboratorio di agroecologia con le.gli studentesse.i della scuola secondaria di I grado ‘G. Carducci’ di Piacenza, organizzato con L’Arco Cooperativa Sociale.

Dal mese di febbraio, insieme a una laboriosa squadra di giovani agricoltrici.ori ‘in erba’, i Cosmonauti stanno dando vita a degli orti naturali all’interno degli spazi dell’istituto scolastico di Via Damiani, con l’obiettivo di mettere studentesse.i e insegnanti nelle condizioni di ‘accudirli’ in autonomia.

Tra semi, compost, zappe e innaffiatoi, non mancano mai le occasioni per le.i ragazze.i di avvicinarsi alle materie scolastiche in modo ludico e alternativo, come, per esempio, tenendo un diario ‘di bordo’ della manutenzione degli orti o realizzando una pianta – con relative proiezioni ortogonali – degli appezzamenti coltivati.

Ecco alcuni ‘frutti’ dei lavori in corso alla scuola Carducci:

I lavori di preparazione del terreno e dei cassoni
Le foglie secche per il compost e la pacciamatura
Il compost e i suoi lombrichi
Le semine nei semenzai
Finalmente sono spuntate!
I trapianti
Le semine a spaglio
Il diario ‘di bordo’

“Orto di Dadide”: composte di frutta naturale ad alto valore sociale!

Si avvicina il Natale… quale migliore modo di sostenere le attività sociali di Cosmonauti A.p.s.???

Con una piccola donazione potrete degustare le composte prodotte dal lavoro di volontarie.i e persone con disturbo dello spettro autistico.

Ecco le nostre proposte:

  1. Composta di Mele naturali e Cannella
  2. La Dolce (composta di susine naturali)
  3. Composta di Mele naturali e Cioccolato

Per ordini e informazioni scrivere a cosmonauti.aps@gmail.com

Il box
La Dolce: Composta di susine naturali
Composta di Mele naturali e cannella